Fabbrica 4.0? per abilitarla davvero, facciamo “parlare” le informazioni tra loro

fabbrica 4.0

Fabbrica 4.0. Ne sentiamo parlare sempre più spesso, ma di cosa si tratta esattamente? Se con la terza rivoluzione industriale avevamo assistito al prepotente ingresso della tecnologia e dei servizi in azienda, la quarta si spinge ancora più oltre: AI, automazione, Internet delle cose o big data adesso portano l’intelligenza direttamente “dentro” le macchine e i processi produttivi. Dai componenti per le automobili alla moka per il caffè, dalle pale eoliche ai motori degli aerei, dalle cantieristica navale fino alle macchine utensili, le biotecnologie o l’agrifood: non c’è settore che non cambierà drasticamente volto nei prossimi anni. Per un’azienda che vuole rimanere competitiva, la scelta non è “se” adottare le tecnologie 4.0, ma “quando”.

Una rivoluzione con molte declinazioni

Diverse le direzioni di sviluppo lungo le quali stanno avendo un impatto profondo le nuove tecnologie digitali. Ci sono le interazioni tra macchine (machine-to-machine) e l’interazione tra uomo e macchina, che coinvolge le interfacce touch, sempre più diffuse, e la realtà aumentata. Ma ancora più importanti sono l’utilizzo dei dati, la potenza di calcolo e la connettività declinati in big data, open data, Internet delle cose e cloud computing per centralizzare e conservare le informazioni. Una volta raccolti i dati, però, bisogna ricavarne valore. Oggi solo l’1% dei dati raccolti viene utilizzato dalle imprese, che potrebbero invece ottenere vantaggi a partire dal machine learning, dalle macchine cioè che perfezionano la loro resa “imparando” dai dati via via raccolti e analizzati.  Senza contare che la disponibilità di dati aggiornati e condivisi nei processi produttivi è indispensabile per il passaggio dal digitale al “reale” che comprende la manifattura additiva, la stampa 3D, la robotica, le comunicazioni e le nuove tecnologie per immagazzinare e utilizzare l’energia in modo mirato, razionalizzando i costi e ottimizzando le prestazioni.

Se per ricavare valore dai dati bisogna disporre, da un lato, di  robusti strumenti di analytics, dall’altro è necessario poter contare su soluzioni al supporto della data integration e collaboration. Alle quali si ricollega anche l’importante tema di come valorizzare e integrare tutte quelle preziosissime informazioni che rimangono per forza di cose, analogiche, “umane”, come le skill e le esperienze dei singoli. Insomma, il dato e l’esperienza devono diventare, insieme, informazione gestita in un processo coerente e condiviso: è il mondo dell’Information Lifecycle Management.

Passare dai dati alle informazioni gestite

Nel mondo di Fabbrica 4.0 bisognerà andare oltre. La risposta di Parallaksis è Collaboration Desktop: una piattaforma completa e integrata che consente di integrare i processi aziendali, che siano del marketing, dell’R&D o della produzione. In questo modo, Collaboration Desktop diventa un sistema di controllo completo nella collaborazione e gestione delle attività di sviluppo di nuovi progetti. Dal project management, controllo delle fasi, dei fattori di produzione, controllando ogni attività, deliverable e voci di costo. 

Oggi, per gestire processi e informazioni, realtà aziendali di ogni dimensione utilizzano applicazioni verticali di mercato o realizzate ad hoc. Soluzioni che spesso non riescono a gestire dati e processi non standard, oppure nuovi processi non contemplati nelle impostazioni iniziali. Ad esempio, in tutte le aziende esistono moltissimi dati in formato Access o Excel che, come tali, non sono controllati a livello aziendale ma individuale. Questo in Parallaksis viene definito il ‘non gestito’. Che oggi rappresenta in tante realtà un collo di bottiglia alla piena integrazione di dati e processi aziendali. Con l’approccio collaborativo, queste informazioni vengono inglobate e trasformate in dati sotto il controllo dell’azienda e non più individuale.

Pensiamo ad esempio alla necessità, accresciuta dalle tecnologie 4.0, di integrare più a fondo il Project Management con i processi produttivi, senza esasperare la complessità e rendendo accessibile il sistema a tutte le risorse coinvolte con un approccio intuitivo. Task and Project Portal, la soluzione di collaborazione aziendale per l’integrazione dei dati di progetto e commessa di Parallaksis, è uno strumento flessibile, in grado di fornire viste e modalità di gestione dei dati adattabili in modo semplice alle diverse prassi gestionali – con vantaggi sia organizzativi sia operativi e un ritorno dell’investimento tangibile in pochi mesi.

Il Framework collaborativo sul quale si basa Task and Project consente un accesso multicanale ai dati: browser, dispositivi mobili, integrazione in portali aziendali e da altre applicazioni. La tecnologia degli web service e del modulo di SDK (Software Development Kit) permette inoltre l’integrazione con altre applicazioni: sia attraverso i gateway pronti all’uso da configurare e sia sviluppando interfacce personalizzate per applicazioni legacy. Ottimizzando l’allocazione delle risorse e migliorando gestione e controllo nelle responsabilità di portafogli e programma.

Per saperne di più sulla piattaforma Collaborative Desktop.

Per maggiori dettagli sul modulo Task and Project.

 

Contact Us

Parallaksis è una Business Unit di i3 Srl
www.i3live.it

+39 081 8703846
+39 081 3915552
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


P.IVA IT07907161215

Copyright © 2020 Parallaksis

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere una migliore esperienza utente sul nostro sito. Continuando a navigare accetti la nostra Cookie Policy. Vienici a trovare spesso!